Candida e pene: scopriamo come difenderci

Anche l’uomo non è esente dal rischio Candida. Spesso questa interessa gli organi genitali con conseguenze anche serie

NE SOFFRE ANCHE L’UOMO – Sebbene le donne siano maggiormente colpite dalla candidosi genitale, anche i maschi non ne sono esenti. Negli uomini, poi, l’infezione si può rivelare particolarmente aggressiva, con sintomi eclatanti e disturbanti. In alcuni casi, la situazione può peggiorare e diventare sistemica (candidosi invasiva), ed eventualmente in quella che è considerata una vera e propria emergenza medica.

COSA ACCADE – Anche se in alcuni casi la candidosi è asintomatica, spesso è quasi impossibile non accorgersi di esserne affetti. I sintomi principali della Candida al pene sono, infatti, un arrossamento repentino e un possibile diffuso gonfiore del glande. Questi sintomi sono spesso accompagnati da un intenso prurito nelle zone interessate ed è possibile che compaiano dolorose ulcerazioni, accompagnate anche da secrezioni biancastre.

PAROLA D’ORDINE: PREVENIRE – Come risaputo, la cura migliore è la prevenzione. Anche dalla Candida maschile è possibile difendersi. Vediamo come:

– evitare i rapporti sessuali a rischio: per esempio se la partner è affetta da candidosi vaginale. In questo caso, e nel dubbio, è sempre bene adottare precauzioni ad esempio utilizzando il profilattico; – curare l’igiene intima. Lavare la parti intime utilizzando detergenti di qualità e con pH neutro, che non danneggi le mucose e non abbassi le naturali difese immunitarie della pelle;

– dopo essersi lavati, è importante asciugare accuratamente le parti intime ed evitare il più possibile ristagni di umidità;

– mantenere il peso forma: l’obesità è un fattore di rischio;

– mantenere efficiente il sistema immunitario: difese immunitarie compromesse o immunodeficienze sono un fattore di rischio per la candidosi;

– Tenere sotto controllo il diabete: questa patologia è anch’essa un fattore di rischio;

– Evitare l’uso eccessivo di antibiotici;

– mantenere in forma e sani l’intestino e la sua flora batterica.

Sul mercato si trovano prodotti naturali come gli integratori a base di Pseudowintera colorata che contengono questo estratto vegetale in combinazione con vitamina C e altri elementi che aiutano a prevenirne i sintomi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *