effetti candida sulla vagina

Come la candida influisce sulle mestruazioni

L’infezione da Candida può, nelle donne, influire sul ciclo mestruale. Ecco cosa avviene e come

PIÙ LE DONNE – A essere più interessate dalla candidosi genitale sono in genere le donne. Spesso questa infezione causa una vaginite, che risulta più evidente poco prima del ciclo mestruale, solitamente una settimana prima. I sintomi più evidenti della vaginite da Candida sono arrossamento, irritazione e prurito localizzati nell’area vulvo-vaginale, spesso sono accompagnati da perdite e secrezioni dense e granulose, simili a ricotta.

RITARDO – Un ritardo nelle mestruazioni può essere motivo di preoccupazione per una donna che non desideri una gravidanza o che sospetti cause fisiologiche. Il dubbio che la Candida possa influire sulla regolarità del ciclo può essere lecito, tuttavia non esistono evidenze che supportino questa tesi: la candidosi non influirebbe quindi sulla regolarità. Tuttavia, Candida e mestruazioni spesso non convivono serenamente. Anzi. Gli sbalzi ormonali che precedono il ciclo mensile possono infatti scatenare la già citata vaginite. In questi casi si dovrebbe curare la candidosi, sia per lenire i fastidiosi sintomi, che rischiano di ripresentarsi mensilmente, sia perché l’infezione potrebbe propagarsi o essere trasmessa ad altri (partner, neonati).

COSA EVITARE – Sebbene la soluzione migliore sia la prevenzione è bene anche curare l’infezione da Candida durante le mestruazioni, in questo caso, ci sono alcune accortezze da seguire. Anzitutto è bene non utilizzare assorbenti interni, perché oltre che possibile causa di dolore, possono peggiorare la situazione. È dunque meglio usare assorbenti esterni, possibilmente in materiale naturale, che andranno sostituiti più volte al giorno, per evitare l’accumulo di umidità e calore che favoriscono il diffondersi del fungo patogeno. Altre azioni da evitare sono: bidet con acqua calda e detergenti aggressivi o che alterano il pH vaginale, uso di indumenti intimi sintetici e stretti, come per esempio jeans o pantaloni particolarmente attillati.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione della candica. Una dieta sana, integrata con integratori alimentari che contengono vitamina C e Pseudowintera, è sicuramente un ottimo rimedio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *