Curare igiene e alimentazione, le strategie vincenti per evitare il rischio di Mughetto da CandidaLa candidosi nel lattante o nei bambini è molto frequente. Conoscerla a fondo è importante per prevenirne la formazione o le eventuali recidive

PRIMA DI TUTTO, CURA L’IGIENE – Un neonato si infetta molto facilmente con il fungo della Candida Albicans durante la suzione. Per tale motivo è essenziale seguire un’igiene molto scrupolosa. Se si tratta di un allattamento esclusivo al seno, la mamma deve sempre asciugare molto bene la cute della mammella prima che il piccolo inizi a poppare. La pelle umida, infatti, aumenta il rischio di insorgenza della Candida in tali zone; in questo modo, durante la poppata, il piccolo viene infettato sviluppando il Mughetto della Candida.

ATTENZIONE AI BIBERON E ALLE MANI SPORCHE – Se si utilizza  il biberon, è bene fare attenzione; se la tettarella si sporca cadendo per terra, infatti, il rischio di contrarre la Candida aumenta. Se si tratta di un bambino più grande è importante fargli lavare molto bene le mani prima dei pasti o fare attenzione che non le metta in bocca se sono sporche. Questo accade soprattutto per i bambini che abitano in zone di campagna e che sono per lungo tempo a contatto con la terra e gli animali.

CHI È PIÙ A RISCHIO – Il Mughetto si sviluppa con maggior frequenza in bambini e anziani. Ma anche in persone con diabete, con deficit immunitario, che assumono antibiotici e corticosteroidi.

LE 10 REGOLE DA SEGUIRE PER EVITARE LA CANDIDA – Ci sono poche ma essenziali regole per evitare di contrarre il Mughetto. La prima è seguire una dieta adeguata, povera di dolci raffinati, ricca di vitamina C e altre proprietà, di cui la principale è la Pseudowintera colorata, contenuta in integratori alimentari. Quindi è bene evitare merendine e succhi di frutta per bambini, generalmente ricchissimi di zuccheri. Insegnare al proprio piccolo, se non è un neonato, a sciacquare sempre la bocca dopo i pasti: utilizzando una soluzione in acqua di bicarbonato o sale. Seguire una buona igiene orale usando tutti i giorni lo spazzolino, al termine di ogni pasto. Evitare che il bambino stia vicino alle persone che fumano poiché questo contribuisce all’indebolimento immunitario. Offrire ogni giorno, a merenda o a pranzo, uno yogurt contenente lattobacilli acidophilus. Evitare l’uso di antibiotici se non strettamente necessario. Infine, insegnare al piccolo a non mettere giochi in bocca: eventuali ferite del cavo orale o lo sporco possono predisporre all’insorgenza dell’infezione.