L’infezione da Candida può colpire diverse zone del corpo, ma nelle donne si diffonde prevalentemente nelle parti intime

LA CANDIDA NEL CORPO – La Candida, nelle sue varianti, alberga nel corpo della maggioranza delle persone senza tuttavia determinare problemi o disturbi di sorta. Spesso però questa situazione degenera in una vera e propria infezione. A causa di diversi fattori come uno stress eccessivo, una dieta scorretta e ricca di zuccheri, una cura antibiotica o un deficit immunitario, può verificare uno sviluppo incontrollato di questo fungo/lievito, che si diffonde nel corpo in maniera incontrollata, dando vita a una colonizzazione che si manifesta con tutta una serie di fastidiosi sintomi.

POPOLAZIONI DIVERSE – Le vaginiti, o vulvovaginiti, da Candida sono piuttosto frequenti nelle donne. Si ritiene siano diverse le specie di Candida che danno luogo a una vaginite: per esempio la Candida Krusei, la Candida Tropicalis e la Peudotropicalis, la Candida Glabrata e la Candida Parapsilosis.  Ma nella quasi totalità dei casi (oltre il 90%) si tratta della più comune Candida Albicans.

COME DI DIFFONDE – Una vaginite da Candida si diffonde in genere a causa di un’alterazione dell’ambiente vaginale, in particolare a seguito di una modifica del pH (che diviene più acido), cosa che può avvenire per fattori ormonali o patologici, come la presenza di diabete, oppure dall’uso di farmaci (anche anticoncezionali) o detergenti aggressivi o ancora dall’impiego di indumenti poco adatti o contaminati. Anche i rapporti sessuali non protetti possono essere fonte d’infezione e diffusione. La Candida non ha effetto sul ciclo mestruale di una donna, tuttavia candida e mestruazioni non convivono sereramente.

Secondo il Ministero della Salute, «circa 2/3 di tutte le donne in età fertile ha avuto almeno un episodio di candidosi alla vagina nell’arco della sua vita che, nel 4-5% dei casi, si trasforma in vaginite ricorrente cronica». In tutti questi casi, la prevenzione è sempre la forma migliore di cura ma, nel caso si sia già sviluppata, esistono diverse soluzioni naturali per curarla, come per esempio la Pseudowintera colorata. Si tratta di una pianta contenuta in alcuni integratori alimentari, che contengono anche la Vitamina C e l’Anice, elementi molto efficaci per la prevenzione verso la candidosi.