curare la candida

I sintomi della candidosi: come accorgersi di averla

La Candida Albicans può essere silente, tuttavia ci sono alcuni sintomi che possono far sospettare di essere affetti di una candidosi

CE L’HO MA NON LO SO – Ospitare nel proprio organismo il fungo della Candida Albicans è cosa molto comune e riguarda circa l’80% delle persone. Nella maggioranza dei casi la convivenza è asintomatica, tanto che molte persone non sanno neanche di ospitare questo fungo (o lievito).

SE PERÒ… – Fintanto che la Candida Albicans è tenuta sotto controllo dal sistema immunitario, allora va tutto bene. Le cose si complicano quando invece questo fungo inizia a moltiplicarsi a dismisura – cosa che può causare diversi problemi. In questo caso si può parlare di candidosi.

COME ACCORGERSI – Ma come ci si accorge di avere un’infezione da Candida? I sintomi della candidosi sono diversi. Vediamo quali sono. Tra i primi sintomi che appaiono in presenza di un’infezione da candida ci sono un arrossamento e un’infiammazione delle parti interessate. Questi sintomi, spesso, sono accompagnati da prurito, più o meno intenso, e da bruciore. Nel caso di candidosi vaginale talvolta compaiono anche delle perdite, o secrezioni, più o meno fluide, di carattere biancastro o giallino, spesso simili a ricotta, e solitamente maleodoranti. La candidosi può anche colpire le zone genitali maschili. L’infezione si manifesta in particolar modo sul glande che si mostra arrossato, gonfio e talvolta possono comparire ulcerazioni, ed in genere vi è anche prurito. Il gonfiore patologico del glande prende il nome di Balanite. Importante è la prevenzione e la malattia da candida si può prevenire con una sana alimentazione supportata da integratori alimetntari, ricchi di vitamina C, Pseudowintera colorata ed Anice verde.

Altre zone che possono essere interessate dalla Candida sono il cavo orale: in questo caso l’infezione viene chiamata Mughetto (o stomatite) ed è caratterizzata da placche biancastre sulla lingua e all’interno della bocca. Può colpire, infatti, anche il cuoio capelluto, le unghie dei piedi e altre zone del corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *