candida e zuccheri

Impariamo a conoscere la malattia della Candida

La malattia della Candida può essere facilmente autodiagnosticata attraverso l’osservazione di tre sintomi tipici

La Candida è un’infezione causata da un fungo saprofita, un microorganismo che si nutre di materiali di scarto. È naturalmente presente nell’intestino umano e, di norma, non causa alcun danno. In condizioni favorevoli, tuttavia, diventa un fungo opportunista che approfitta della situazione per moltiplicarsi a dismisura.

CALORE E UMIDITÀ, I DUE PRINCIPALI NEMICI – Trattandosi di un fungo, ha bisogno principalmente di un ambiente umido che gli permetta di replicarsi e sopravvivere. Per tale ragione è importante non indossare indumenti troppo aderenti o sintetici che favoriscono il sudore. Allo stesso modo è necessario asciugare molto bene la pelle dopo essersi lavati e non tenere indosso costumi bagnati dopo un bagno in piscina o al mare.

SI RAFFORZA CON ANTIBIOTICI E ALIMENTAZIONE ERRATA – Un abuso di antibiotici può favorire la comparsa della malattia della Candida. Come noto, questo genere di farmaci altera la flora batterica intestinale abbassando le difese immunitarie. In questi momenti, il fungo (appartenente alla famiglia dei saccaromiceti – lieviti) diventa “forte” riuscendo a replicarsi a dismisura. Tale fenomeno accade anche in caso di diabete, di un consumo eccessivo di alimenti dolci e lieviti, tutti cibi che “nutrono” il fungo.

I TRE SINTOMI CHE NON LASCIANO DUBBI – Se la malattia della Candida è sintomatica, vi sono alcuni sintomi che aiutano a riconoscerla e identificarla. Il primo sono le secrezioni dense e bianche, molto simili a latte cagliato o ricotta (si manifestano con maggior frequenza nelle donne). Il secondo è il prurito, che in molti casi può diventare anche molto intenso. Infine, l’ultimo, è il dolore durante la minzione; quest’ultimo è significativo solo se accompagnato dagli altri due.

SE È CRONICA, SI HA UNA SENSAZIONE DI MALESSERE – Se la candidosi diventa cronica, non sempre i sintomi sono molto evidenti, spesso si presenta una sensazione di malessere generale. Il tutto è accompagnato da stanchezza cronica, depressione o ansia, gonfiore addominale, intolleranze e allergie. Sia che si tratti di una forma acuta sia cronica, è necessario consultare il proprio medico curante per trovare la strategia più adatta.

La candida si può comunque curare in diversi modi, sia con farmaci che in modo naturale. Una corretta alimentazione supportata con integratori alimentari costituisce un ottimo rimedio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *