curare la candida

La migliore cura per la Candida

Esistono diversi approcci per curare la candidosi, non tutti però sono privi di effetti collaterali

UNA PRESENZA FISIOLOGICA – La Candida è un fungo/lievito che è presente nel tratto orofaringeo, gastrointestinale e urogenitale dell’80% degli individui.

Questo microrganismo è naturalmente presente nel nostro organismo, in cui vive e vegeta partecipando alla digestione degli zuccheri (di cui si nutre). È un lievito – definito anche fungo e viceversa – la cui specie più diffusa e comune è quella albicans –può divenire patogeno se indotto a crescita e moltiplicazione incontrollate. Fattori ambientali, una dieta scorretta e una compromissione del sistema immunitario possono favorirne la proliferazione, determinando quella che viene chiamata candidosi.

QUANDO AGIRE – Quando crede di essere affetti da candidosie questo sospetto è confermato da una diagnosi medica, è il caso di orientarsi verso una cura della Candida. Ma quali sono le cure più efficaci e sicure?

Ci sono diversi approcci per curare una Candidosi che offrono garanzie di efficacia e sicurezza, non tutti però sono privi di possibili effetti indesiderati. Per chi si vuole affidare alle cure tradizionali ci sono diversi farmaci in commercio. Tra questi gli antimicotici azolici, sia per uso orale sia locale.

Per chi invece vuole curarsi in modo naturale, senza rinunciare all’efficacia, esistono alternative valide e testate: rimedi che permettono di combattere la malattia da Candidosi evitando gli spiacevoli effetti degli antimicotici. Tra questi rimedi emerge la Pseudowintera colorata che, grazie al suo principio attivo, il Polygodial in combinazione con l’Anetolo, è tra le migliori opzioni naturali di cura. La pseudowintera insieme ad altri elementi come la vitamina C la si può trovare in alcuni integratori alimentari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *