I pericoli della candidosi cronica

La candidosi cronica causa svariati sintomi che spesso  causano malessere generale e stanchezza cronica

Sottovalutare anche lievi sporadici episodi di Candida albicans può comportare il peggioramento del problema. In alcuni casi la candidosi si può cronicizzare, causando molteplici sintomi, spesso difficilmente riconducibili alla Candida.

SE LA CANDIDA È SILENZIOSA –  Il pericolo maggiore si verifica quando la Candida cronica è quasi del tutto asintomatica o non si manifesta chiaramente. «Il fungo della Candida può raggiungere l’intestino, per vie differenti, e dare luogo a problemi piuttosto comuni come stitichezza, meteorismo, colon irritabile, pur in assenza di manifestazioni a livello genitale», spiega la dottoressa Fiammetta Trallo, Specialista in Ginecologia a Bologna, Forlì e Terme di Castrocaro. In questi casi, la possibilità che cronicizzi è piuttosto alta perché è difficile riconoscerla in tempo e curarla adeguatamente.

UNA CONVIVENZA DIFFICILE – Se i sintomi non vengono tempestivamente riconosciuti o se permangono alcune condizioni come lo stress, un’alimentazione ricca di zuccheri o uno squilibrio della flora batterica intestinale, la Candida cronica continua a insinuarsi sempre più nel nostro organismo. «Si tratta di un microrganismo “opportunista” che approfitta di situazioni particolari per manifestarsi e, poiché è molto resistente e attiva in ambienti difficili, in particolare quelli umidi e poco ossigenati, può rimanere latente a lungo non solo a livello genitale ma anche, per esempio, a livello intestinale», continua la Dr.ssa Trallo.

I PERICOLI DELLA CANDIDA CRONICA Quando la Candida è cronica, riesce a moltiplicarsi a dismisura e provoca una serie di disturbi che si possono manifestare in maniera più o meno intensa. Il problema è che raramente tali sintomi vengono attribuiti a questo fungo patogeno. Il malessere generale è la manifestazione più comune, associata a intolleranze, allergie, immunodeficienza, stanchezza, depressione e ansia. Nella maggior parte dei casi, le persone affette da Candidosi cronica hanno un forte desiderio di cibi dolci e carboidrati. Alimenti che in realtà “nutrono” e permettono lo sviluppo del fungo patogeno. Sicuramente è utile assumere integratori alimentari ricchi di principi attivi come il Kolorex, che ne ripristinano il corretto equilibrio.

Se si accusano uno più sintomi, fra quelli sopra descritti, è importante agire tempestivamente e trovare – con il proprio medico curante – la strategia più rapida ed efficace.

2 commenti su “I pericoli della candidosi cronica”

  1. Gentile Dr.ssa Trallo, io purtroppo sono sofferente di candida intestinale cronica.., con tuttie le complicanze del caso, polmoniti con aspergyllus, gonfiori, muco, stanchezza, male alle articolazioni delle mani
    Sia gentile, vista la Sua sensibilità nel consigliare anche rimedi omeopatici (io credo molto), Le chiedo: Lei mi saprebbe consigliare un Bravo medico gastroenterologo per venirne a capo da questa disarmonia?
    Grazie di cuore!
    Cordialità.
    Annalisa (VI)

    1. Gentilissima Annalisa, purtroppo non ho modo di consigliarle lo specialista che richiede. Credo che il suo medico curante possa indicarle uno specialista. Grazie per l’attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *