Per affrontare l’infezione da Candida albicans vi sono diverse soluzioni. Ecco quali

QUANDO OCCORRONO – La Candida albicans è presente in oltre l’80% delle persone. Spesso senza che queste ne siano a conoscenza. Difatti, quando sotto controllo, questo fungo non crea problemi di sorta. La faccenda si complica quando, a causa di alcuni fattori scatenanti, questo microrganismo si moltiplica a dismisura. La comparsa di alcuni sintomi tipici: irritazione delle zone colpite, prurito, perdite e secrezioni, più o meno liquide a livello dei genitali, comparsa di chiazze e ulcerazioni devono far sospettare di essere affetti da una candidosi. In questo caso, è necessario intervenire utilizzando preparazioni medicinali per Candida albicans atte ad affrontare e debellare in modo efficace e sicuro l’infezione.

QUALI SCEGLIERE – Seguendo i consigli di un esperto o del proprio medico di fiducia è possibile ricorrere a tutta una serie di rimedi contro l’infezione da Candida albicans. Tra i farmaci di sintesi più diffusi vi sono gli antimicotici (o antifungini), che sono in genere abbastanza aggressivi ed efficaci (talvolta indispensabili), tuttavia non sono esenti da effetti collaterali o rischio di recidive.

Per chi invece preferisce un approccio più dolce, ma pur sempre efficace, ci sono anche i rimedi naturali. Tra questi è nota l’azione antifungina della Pseudowintera colorata. E in particolare il suo principio attivo, il Polygodial, che in formulazione con l’Anetolo (il principio attivo dell’Anice) è stato validato da diversi studi scientifici come rimedico particolarmente efficace contro la Candida albicans. In commercio si trovano diversi preparati a base di Pseudowintera colorata (e il suo principio attivo), di Anetolo e anche di olio essenziale di Tea Tree, altro rimedio naturale con provata attività antimicotica.

Dietro consiglio del medico o di un esperto qualificato si può dunque ricorrere anche ai rimedi naturali che offrono efficacia e sicurezza – proteggendo anche dalle possibili recidive.